quando portare il bambino dal dentista
25 Giugno 2021     Pedodonzia

Quando portare il bambino dal dentista: la prima visita

Quando portare un bambino dal dentista?

È un quesito che tutti i genitori si pongono al fine di tutelare sin da subito la salute dei denti dei propri figli.

Basta considerare che già dopo i primi 6-8 mesi dalla nascita, iniziano a spuntare i primi denti da latte con la necessità di intervenire per mantenerli sani.

In questa guida andremo a rispondere a questa domanda, considerando il ruolo del dentista per bambini e quali sono i vantaggi di una prima visita.

Cos’è la pedodonzia: il dentista dei bambini

Il termine pedodonzia identifica un particolare settore dell’odontoiatria, ovvero quel ramo della medicina che pone attenzione alla prevenzione e alla cura dei denti, con riferimento ai pazienti pediatrici.

Grazie ad essa si potrà quindi intervenire al fine di informare, prevenire e attuare le cure necessarie per la salute della dentatura di un bambino, in tutte le fasi della sua crescita.

Il pedodontista è quindi un dentista che si è specializzato in questo settore, una figura che dovrà avere competenze tecniche ampie, ma anche una particolare capacità di sapersi confrontare con i bambini, una situazione che richiede grande empatia e di rendere la visita dal dentista un evento naturale.

Il ruolo della salute dei denti nei bambini e la loro funzione

Per comprendere quando è necessario effettuare la prima visita dal dentista, si deve considerare quale siano le funzioni dei denti e come avviene il processo che porta alla formazione della dentatura fissa.

Il primo aspetto da considerare riguarda l’ambito estetico, dato che una crescita regolare dei denti permette la formazione di un sorriso uniforme e soprattutto privo di spazi che possono essere fastidiosi e fonte di problemi.

Inoltre i denti hanno una funzione indispensabile per la salute di ogni individuo, dato che permettono la masticazione degli alimenti, iniziando in questo modo il processo di digestione.

A questo si aggiunge che una dentatura regolare, interviene anche sull’aspetto fonetico delle parole, rendendole chiare e comprensibili.

Infine, una crescita dei denti regolare e sana permette uno sviluppo delle ossa della bocca in maniera armonica, creando un giusto equilibrio del viso, un fattore che influisce sull’aspetto fisico e su quello psicologico di ogni soggetto.

Quando cambiano i denti dei bambini: prendersi cura di quelli da latte

Ma come funziona la bocca di un bambino?

La formazione dei primi denti avviene intorno agli 8-10 mesi di vita, definiti comunemente denti da latte o decidui.

La terminologia è utile per comprendere come durante la fase di crescita, la dentatura dei più piccoli subirà una profonda trasformazione.

Infatti, i denti da latte sono 20, composti da 8 incisivi, 8 molari e 4 canini, la cui crescita avviene nel giro dei primi 20-30 mesi di vita, per poi successivamente subire un evento naturale come quello della loro caduta che inizia all’età di 6-7 anni, con la formazione di una dentatura permanente composta da 32 elementi.

Già dalla prima comparsa dei denti da latte, sarà necessario avere una loro cura attenta e continua, un qualcosa che spesso viene sottovalutato proprio perché successivamente verranno persi.

Si deve però considerare che il passaggio da quelli da latte ai denti definitivi, è un processo che richiede anni, dato che si completerà quando il bambino avrà circa 12-14 anni.

In questo arco temporale mantenere l’igiene orale diventa indispensabile, evitando la formazione di problematiche come placca e tartaro, fattori che portano a sanguinamento delle gengive e alla loro infiammazione, oltre a essere le principali cause della carie.

Questa malattia del dente è connessa proprio alla presenza di batteri all’interno della placca e può portare a dolore e fastidi anche molto intensi, con gravi conseguenze per la crescita regolare della dentatura permanente, dato che limiterà lo scambio di sostanze nutritive indispensabile per mantenere la loro salute.

Una dentatura da latte sana e curata, influenzerà in modo diretto la crescita dei denti, sia dal punto di vista estetico, sia per ciò che riguarda la loro salute.

Basta considerare che con la giusta attenzione all’igiene orale si possono evitare interventi successivi come l’utilizzo di apparecchi, o azioni più invasive necessarie per offrire la giusta regolarità del sorriso.

In questa prospettiva diventa indispensabile effettuare la prima visita dal dentista pediatrico.

Quando portare il bambino dal pedodontista

La prima visita dal dentista pediatrico deve essere considerata come una forma di prevenzione e di sostegno per i genitori.

Infatti, è consigliabile che il primo incontro con il pedodontista avvenga subito dopo l’inizio della crescita dei denti da latte, tra il primo e il secondo anno di età.

In quella sede il medico effettuerà un controllo, verificando lo sviluppo regolare della dentatura e che non vi siano problematiche e informando i genitori di quali possono essere i comportamenti di igiene orale da trasferire al bambino per mantenere la dentatura sana.

Successivamente sarà necessario eseguire ogni anno un controllo periodico fino allo sviluppo completo della dentatura.

Nel caso di un trauma alla bocca, un vento che può capitare a un bambino, la visita dal dentista potrà essere anche anticipata in modo da verificare eventuali presenze di fratture o danni che possono condizionare lo sviluppo regolare di un sorriso armonioso.

Come vincere la paura del bambino della prima visita di odontoiatria pediatrica

L’incontro con il pedodontista deve essere effettuato con attenzione non solo dal punto di vista della salute dei denti, ma anche per far vivere questa esperienza al bambino con la massima serenità e senza stress.

Infatti, per i più piccoli la visita dal dentista è un qualcosa di nuovo, dato che ci si dovrà recare in un posto diverso da casa, che può apparire affascinante, ma al contempo anche strano data la presenza di strumenti di vario genere.

A creare spesso il timore e tensioni nel bambino vi è il fatto che, quasi sempre, il primo incontro con il dentista è associato a una problematica di vario genere e dolorosa come la formazione di una carie, un qualcosa che porta il bambino a collegare in maniera negativa la figura del pedodontista.

È possibile vivere la prima visita senza paura?

La risposta a questo domanda è positiva, se si eseguono i giusti passi.

A questo proposito sarà importante scegliere con attenzione la tipologia di studio dentistico a cui rivolgersi, valutando quelli che dispongono di uno specialista in odontoiatria per bambini.

Un dentista pediatrico dovrà essere attento a rendere la visita il più breve possibile, approcciandosi al bambino sempre con la massima tranquillità e con un sorriso.

In questo modo i più piccoli potranno iniziare a conoscere questa nuova figura e fidarsi di lui.

Inoltre, è fondamentale che i genitori spieghino con chiarezza, anche ai più piccoli, cosa avverrà senza raccontare bugie o cercare di nascondere l’evento.

Infine la prima visita dovrà essere semplicemente di controllo, per permettere ai più piccoli di abituarsi al luogo nuovo, senza subire interventi che possono produrre dolore.

Per questo è necessario che il primo incontro avvenga nelle fasi di sviluppo della dentatura, prima del sorgere di eventuali azioni invasive.

Come funziona la visita dal dentista

Ma come si svolge la prima visita di odontoiatria pediatrica?

Il primo passo è quello di prenotare l’appuntamento, un procedimento che potrà essere fatto contattando direttamente lo studio del dentista via telefono o utilizzando i moduli presenti sui siti web, e fissando la data e l’orario più adatti alle proprie necessità.

Come indicato precedentemente, spiegare al bambino cosa si andrà a vivere può essere utile al fine di affrontare l’esperienza con una maggiore serenità.

Il giorno dell’appuntamento è consigliabile anticiparsi di qualche minuto rispetto all’orario della visita, in modo da completare in tempo l’eventuale registrazione alla reception.

Uno studio specializzato in odontoiatria pediatrica prevederà una sala di attesa spesso separata rispetto a quella per gli adulti e con la presenza di eventuali giochi per i più piccoli, in modo da far trascorrere il tempo in serenità.

Al momento della visita sarà importante accompagnare il bambino dentro alla sala e fargli vivere tutte le novità con tranquillità e rispettando i suoi tempi, come per esempio il sedersi sulla poltrona del dentista.

Un consiglio è quello di chiedere tutte le necessarie informazioni per quanto riguarda gli strumenti per la pulizia e i successivi controlli.

La prima visita permetterà all’odontoiatra pediatrico di valutare quale sia lo stato della bocca dei più piccoli e di programmare i successivi interventi in base a tempistiche ben precise.

In particolare, in caso di crescita non regolare o di problematiche, il medico potrà suggerire al genitore le diverse soluzioni previste.

Prima visita pediatrica dal dentista: ecco perché è indispensabile

Eseguire la prima visita dal pedodontista può portare diversi vantaggi sia per i genitori, sia per il bambino. Di seguito indichiamo i principali benefici.

  • Controllo: si potrà eseguire un controllo sulla crescita regolare della dentatura e sullo sviluppo scheletrico e muscolare, intervenendo in maniera repentina in caso in cui si determinano irregolarità.
  • Prevenzione: grazie alla prima visita si potranno prevenire la formazione di infezioni o carie che possono degenerare in interventi invasivi e dolorosi; si può inoltre verificare se ci sono agenesie dei denti permanenti.
  • Informazione: il genitore otterrà tutte le conoscenze necessarie per trasferire al proprio figlio la giusta attenzione all’igiene orale, dagli strumenti a come effettuare la pulizia dei denti, dagli alimenti da evitare alle tempistiche di crescita.
  • Vantaggi psicologici: il bambino potrà relazionarsi con l’ambiente nuovo e con il dentista, in modo da affrontare con serenità questo evento e tutte le visite successive.

Dott. Paolo Orlando

Chirurgo implantologo che vanta una grande esperienza anche nell’innesto di impianti con poco osso.

Articoli correlati

dentista per bambini a Firenze
8 Marzo 2021     Pedodonzia

3 consigli per evitare lo stress da poltrona Gli specialisti in pedodonzia consigliano la prima visita odontoiatrica già a partire …

Leggi tutto

Compila il form per avere maggiori informazioni

Hai bisogno di un trattamento di pedonzia?

Rivolgiti agli esperti delle cliniche Dental Factor.

Contattaci adesso